Due di cuori

ho scritto t\’amo coi bit

Archive for the ‘imparando’ Category

Invia auguri di natale su facebook

Posted by devilmanga su 22 novembre 2016

Invia auguri di natale su facebook a tutti i tuoi amici!

Invia buon natale ai tuoi amici di facebook

Annunci

Posted in ahhh l'amourrr, Augurandoci, Cantando stonando, Cazzeggiando, Cinematografo, Dura lex, Filosolfeggiando, Folkloreggiando, imparando, In cucina! (tu!), Leggendo, Links, Poesizzami tutto!, Politica, raccontandoci, religionandoci, Rivoluzionandomi, salute e benessere, Scienza e tecnologia, Scribacchiando, sognando, Vacanzeggiando, Vignette, Vita da pensionato | Leave a Comment »

Alcuni link

Posted by devilmanga su 13 novembre 2014

detersivi alla spina

Posted in ahhh l'amourrr, Augurandoci, Cantando stonando, Cazzeggiando, Cinematografo, Dura lex, Filosolfeggiando, Folkloreggiando, imparando, In cucina! (tu!), Leggendo, Links, Poesizzami tutto!, Politica, raccontandoci, religionandoci, Scribacchiando, sed lex, sognando, Vacanzeggiando, Vignette, Vita da pensionato | Leave a Comment »

Invia i tuoi auguri di natale su facebook!

Posted by devilmanga su 5 dicembre 2013

auguri di natale facebook

Invia ai tuoi amici di facebook gli auguri di natale divertenti.
Basta andare su JINGLE BALLS e inviare la simpatica cartolina natalizia a tutti i tuoi amici!

Posted in ahhh l'amourrr, Augurandoci, Cantando stonando, Cazzeggiando, Cinematografo, Dura lex, Filosolfeggiando, Folkloreggiando, imparando, In cucina! (tu!), Leggendo, Links, Poesizzami tutto!, Politica, raccontandoci, religionandoci, Rivoluzionandomi, salute e benessere, Scienza e tecnologia, Scribacchiando, sed lex, sognando, Uncategorized, Vacanzeggiando, Vignette, Vita da pensionato | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Sito di ricette di cucina

Posted by devilmanga su 28 novembre 2013

http://www.cucinaletizia.com è il sito di cucina del mio amore.
Potrete continuare a seguirci da lì, e gustare le prelibatezze che cucina il mio piccolo tesoro!

Posted in ahhh l'amourrr, Augurandoci, Cantando stonando, Cazzeggiando, Cinematografo, Dura lex, Filosolfeggiando, Folkloreggiando, imparando, In cucina! (tu!), Leggendo, Links, Poesizzami tutto!, Politica, raccontandoci, religionandoci, Rivoluzionandomi, salute e benessere, Scienza e tecnologia, Scribacchiando, sed lex, sognando, Vacanzeggiando, Vignette, Vita da pensionato | Leave a Comment »

Cosa regalare a Natale?!

Posted by lezia su 14 dicembre 2007

Se non avete idea su cosa regalare al proprio/a ragazzo/a o a qualche amica/o per Natale, io vi posso dare qualche consiglio!
Se volete fare qualcosa di originale…perchè non costruite con le vostre mani un calendario con le vostre foto mese per mese?!
Basta davvero poco tempo, è un pensiero carino e dolce e non si spende molto.
Avrete solo bisogno di un cartoncino per fare la copertina, di 12 fogli, uno per ogni mese, dei colori, della colla, delle foto ovviamente.
Io come copertina ho preso una foto della panchina in cui io e il mio amole ci siamo dati appuntamento per la prima volta, l’ho tagliata a metà e l’ho incollata sul cartoncino…a mò di apertura…
In ogni mese ho scritto qualcosa di particolare, magari qualche frase d’amore, in base alla ricorrenza, ho messo le foto e sotto ho scritto il mese con i colori.
Il mio amole ha già visto il mio operato, poi se gli è piaciuto o meno è un altro discorso  🙂 ma credo di si.

mosaico.jpgmosaic.jpgOppure un mosaico che ne dite?!
Non è art attack e premetto che non sono bravissima, ma di tanto in tanto quando ho un pò di tempo mi diletto a fare qualche mosaico…e adesso ne ho uno in progettazione, stò pensando all’immagine da fare, un’ immagine che sia piena di felicità e che rispecchi lo splendido momento della mia vita che stò vivendo.
Intanto vi dico ciò che occorre:
un foglio di compensato, una matita e una gomma, colla,seghetto da traforo, i pezzetti di vetro e una pinza per tagliarli su misura.
Disegnate o ricalcate su compensato l’immagine scelta e ritagliatela se volete con l’archetto da traforo(potete farlo anche a lavoro finito), e piano piano andate a inserire le tessere sul disegno, ben tagliate e ben incollate.
Uscirà fuori un bel lavoro, decorativo e pieno di colori.
Oppure che ne dite di realizzare il mosaico del sole che c’è nell’immagine qui?!
Ovviamente non conosco bene le tecniche professionali del mosaico,l’unica mia tecnica che conosco è la fantasia!

LeziaGift

Posted in imparando, Rivoluzionandomi | 3 Comments »

Segnalando su Grillo

Posted by devilmanga su 29 settembre 2007

Visto che si fa tanto a parlare di Beppe Grillo, segnaliamo un sito ancora in costruzione www.amicidigrillo.it

Qualche articolo in particolare:

Non mancheremo di segnalarvi altri articoli degli amici di Beppe Grillo, io ormai l’ho messo tra i miei preferiti!

MarkGrillo

Posted in Cazzeggiando, Filosolfeggiando, imparando, raccontandoci, Rivoluzionandomi, Scienza e tecnologia, Scribacchiando, Vita da pensionato | 1 Comment »

Lezione di Siciliano: nummaru rue!

Posted by lezia su 13 gennaio 2007

sicilia_trinacria.jpgLA COPPOLA           

Viaggio intorno al mondo con il tipico copricapo che ha fatto conoscere a tutti la Sicilia.
Non e’ facile portare una coppola originale made in Sicily. Eppure il suo fascino lo ha fatto diventare un copricapo conosciuto ed apprezzato in tutto il mondo.
Questo fenomeno del look ha il pregio di dare un’aria di mistero a chiunque lo indossi, per questo lo si vede coprire le teste di personaggi molto in vista, a cui piace giocare a non farsi riconoscere.
All’ombra bassa della coppola anche i discorsi piu’ normali possono sembrare riservati bisbigli.
Questo non vuol dire che una volta indossata la coppola ci si senta autorizzati a dire quel che si vuole, pensando che ogni conversazione acquisti inspiegabilmente valore se solo si indossa il copricapo siciliano!

E dopo la prima della lezioni, eccoci passati alla seconda…

Oggi parliamo di … Vacanze sulla neve! ( per chi se le può permettere logicamente…)

Luogo: al rifugio, in mezzo alle piste / rifugiu no menzu ri pisti
La situazione: pausa ristoro tra una discesa e l’altra / Narripusamu tra na calata e n’autra

-Io sono stato azzurro di sci! Certo, un sacco di tempo fa…
*Iu agghiu statu na nazionali ri sci! Ma nzaccu i anni fa

-Avete mica visto passare uno sci?
*Aviti vistu passari nu sci?

-Sa, qua in Sicilia abbiamo tra le migliori montagne del mondo…
*Sapiti, ca na Sicilia avevu tra i migliori montagni ro munni…

Perle di saggezza

Dissi ‘ u vermi a nuci: dammi tempu cca’ ti spirtusu.
Disse il verme alla noce: dammi tempo che ti buco.

Un invito a non mollare mai. Un monumento alla costanza, alla perseveranza, alla determinazione.
E un simpatico omaggio al piccolo invertebrato troppo spesso denigrato in cori da stadio e simili.

Indovinello del giorno

Tu sutta e iu n’capu, tutti rue  ammutta ammutta, cu troppu frichiari a spaccazza av’ allargare…
(tu sopra e io sotto, spingendoci a vicenda, col troppo sfregamento il buco si deve allargare)
Sembra una cosa volgarissima ma vi assicuro che la soluzione é davvero semplice!

LeziaSicula

Posted in Cazzeggiando, imparando | 3 Comments »

Lezione di siciliano: Nummaru uno!

Posted by lezia su 30 dicembre 2006

carretto.jpg

Adoro la mia “lingua”, si si, il siciliano non è un dialetto é proprio una lingua!
Sono tanti i popoli che abbiamo ospitato e ognuno di loro c’ha lasciato tracce anche nella lingua ovviamente.
Come dice il nostro amico “Sasà Salvaggio” : cu vinni cà futtiu, siamo un popolo ospitale noi!
Ed ecco che ho deciso di far qui qualche lezione di siciliano, grazie anche all’aiuto delle mail che mi manda la Sanpellegino,l’aranciata esagerata.
Premetto che il nostro dialetto, come del resto tutti i dialetti del mondo, variano da paese a paese, da zona a zona.
Il palermitano é quello di nostra appartenenza, ma é davvero bello conoscere tutti quelli delle altre province.
Un esempio: l’agrigentino usa la D al posto della T  🙂 
A Ragusa invece c’é stato un “furto storico”, si son fregati la H e una parola che sempre ci ha rappresentati, la M…(avete capito benissimo a cosa mi riferisco), a Ragusa ce l’hanno fatta diventare, la MINCIA, na cosa ri ririri!!! (da ridere)
E man mano che andremo avanti con le lezioni, vi svelerò altri piccoli segreti del nostro dialetto.

Visto il periodo in cui ci troviamo, alle spalle Natale e quasi a due passi dal capodanno, parliamo di cenoni…

IL CENONE DI NATALE O DI CAPODANNO – CENONI RI NATALE O CAPURANNU

Luogo: la mega-cena coi parenti – u cenoni chi parenti
Situazione: ci si abbuffa a piu’ non posso – ni inchemu comu e porci

Frase uno
Quanti parenti nuovi quest’anno! Che bello! – Scusi, ma lei chi e’?
Quanti m’parenti novi stannu! Chi bellu! – Scusassi, ma lei cu ie?
Frase due
Ma non ti stringono i pantaloni? – Ah, io me li sono tolti
Ma nun ti stringiunu i causi? – Iu magghiu luatu (oppure: iu mi livavi)
Frase tre
Basta, vi prego, bastaaaaaa, voglio un brodino, un’insalatina!
Bonu, vi pregu, bonuuuu, vogghiu a pasta co broru, e a’nzalata!

Indovinello del giorno: “Bianca la montagna, nivura a simenza, l’omo chi simina sempri pensa” (bianca la montagna, nera la semenza, l’uomo che semina sempre pensa)

Provate un pò a capire cos’é!

LeziaSicula

Posted in Cazzeggiando, imparando | 7 Comments »

Cosa è e come si scrive un saggio breve?

Posted by devilmanga su 24 novembre 2006

Oggi mi sono ritrovato a spiegare alla mia sorellina cosa fosse un saggio breve.
Essendomela sempre cavata egregiamente in questa “nuova” forma di scrittura, ho provato a spiegarglielo nel più semplice dei modi.

Cosa è un saggio breve?
Un saggio breve si colloca a metà strada tra un articolo di giornale e un tema scolastico.
Ha molti punti in comune tra loro e molte differenze.
Le prime differenze che si riscontrano con un articolo di giornale è che il giornalista di cronaca riporta i fatti in maniera oggettiva (così come sono) senza alcuna visione personale.
Anche in un articolo d’argomento politico la bravura del giornalista sta nello scrivere nascondendo il più possibile il proprio pensiero, esponendo i concetti nella maniera più oggettiva possibile.
In un saggio breve scolastico è possibile nascondere le proprie idee e i propri pensieri, è difficile ma non impossibile e molto spesso aiuta quando ci si aggrappa sugli specchi basta metterli in bocca a qualcuno.
Si differenzia da un tema perchè molto spesso il tema ha come argomento principale il mio IO SOGGETTIVO.
Il classico tema “Parla del natale” ad esempio altro non è che un esercizio di scrittura in cui si riportano le proprie esperienze personali e le proprie sensazioni nel periodo natalizio.
In un saggio breve ciò che pensa il proprio IO non può essere palesemente spiattellato, anzi la parola IO deve essere assolutamente bandita, pena l’essere etichettato quel saggio un tema.
Un saggio breve è un argomento che può essere di cronaca che approfondisce determinati argomenti mostrandoli su diversi punti di vista, rimanendo fedeli al documento assegnato.

Un esempio di saggio breve?
Esempio per me lugimirante su cosa sia un saggio breve è un qualsiasi articolo di giornali quali Newton o Focus dove l’elemento di cronaca è un incipit per iniziare a scavare a fondo nell’argomento.
Esempio è la scoperta di una nuova cura contro il cancro, in quell’articolo non viene semplicemente riportato il fatto di per sè (che sarebbe appunto un articolo) ma viene spiegata ad esempio anche la storia della ricerca sul cancro, quali sono stati in passato le cure che più hanno suscitato scalpore e via discorrendo.

Esistono degli incipit ai saggi brevi?
Molto spesso i saggi brevi hanno una correlazione con la realtà, ma questa non è strettamente necessaria.
Se mi chiedessero di scrivere un saggio breve sull’eutanasia, introdurrei il mio saggio rifacendomi a fatti di cronaca recenti.
Ma se il saggio si riferisce ad un concetto storico?
La fantasia aiuta certamente.
Se il saggio è sulla seconda guerra mondiale?
Un argomento potrebbe essere la rimpatriata dei partigiani in commemorazione alla giornata di liberazione nazionale. Basterebbe un simile incipit per poi collegarsi facilmente alla storia raccontando le geste di alcuni dei partigiani presenti.
Ma se il saggio è sulla storia antica, esempio epoca romana?
In quel caso immagino il ritrovamento di un anfora che mette alla luce un punto che gli archelogi prima non conoscevano e poi via a parlare della storia.
Ma se il saggio è filosofico?
Un esempio potrebbe essere un saggio sul libero arbitrio, in quel caso l’incipt potrebbe essere una conferenza, un congresso. Conferenza o congresso che comunque si rifarebbe ai documenti che ti sono stati consegnati durante la stesura del saggio e collegarli e farli propri diventa uno scherzo.

Spero questa guida possa servire a qualche giovane studente, avendo rispolverato tali “trucchi del mestiere” mi sembrava ingiusto usarli solo per la mia sorellina.

MarkSaggio(ma breve)

xandot

Posted in imparando | 45 Comments »

Cachi? si, ogni mattina.

Posted by devilmanga su 9 ottobre 2006

“Perche’ la terra dei cachi e’ la terra dei cachi” (La terra dei cachi – Elio e le storie tese)

Con l’inizio del mese di ottobre, inizia la raccolta di questo strano frutto.
E con ottobre c’è a misilmeri la sagra del cachi o kaki o loto a breve.
Nell’attesa mi mangio i cachi o kaki o loto del giardino del mio amolino.
Un frutto con ben tre nomi, sarà per la sua botta di calorie (anche questo luogo comune è falso, sono solo 65 le calorie, un mandarino ad esempio ne ha 72).

Mark a kakì

Posted in Cazzeggiando, imparando, In cucina! (tu!), Scienza e tecnologia | 1 Comment »

Capelli più sani

Posted by lezia su 29 settembre 2006

“Io vivo sempre insieme ai miei capelli…” (Nicolò Fabi, “capelli”).

capello.jpgUna cura ottimale ed abbastanza efficace per rinforzare i capelli  é sicuramente l’ UOVO!
Prendete 4 uova e togliete il tuorlo.
Sbattete l’albume bene bene fino a formare una cremina, e con il cotone idrofilo cospargetelo in testa.
Tenete il tutto per mezz’oretta circa per poi far lo shampoo.
Sembrerà strano ma garantisco che funziona!

LeziaEiConsigliDellaNonna

Posted in imparando, salute e benessere | 2 Comments »

English lessons

Posted by lezia su 31 luglio 2006

Do you understand english?
I understand a little english…

(Quasi quasi amò mi si é attorcigliata la lingua a forza di ripetere oggi, ma stò corso é bellissimo!).

E adesso voglio metterti alla prova…vediamo tu come te la cavi in inglese..ehehe! fai stò test amò e poi ne riparliamo… 🙂 ( daiii che questo é facile!)

Lezia English 🙂

Posted in imparando | 1 Comment »