Due di cuori

ho scritto t\’amo coi bit

come riconoscere i provocatori alle manifestazione studentesche contro la riforma Gelmini

Posted by devilmanga su 31 ottobre 2008

Cari ragazzi,
Siete giovani, magari non sapete come riconoscere quei simpatici ragazzi dal manganello a tricolore che reagiscono solo se provocati (ma fate attenzione che si provocano anche semplicemente passandogli accanto).
Ecco per voi una guida per riconoscere i sovversivi delle manifestazioni.
Mi raccomando stategli lontani! (spiegargli che si manifesta anche per il loro futuro e per quello dei loro figli è inutle)

Se non li conoscete guardateli un minuto
Li riconoscerete dal tipo di saluto
Lo si esegue a braccio teso mano aperta e dita dritte
Stando a quello che si è appreso dalle regole prescritte
È un saluto singolare fatto con la mano destra
Come in scuol elementare si usa far con la maestra
Per avere il suo permesso ad assentarsi e andare al cesso
Ora li riconoscete senza dubbio a prima vista
Solamente chi è fascista fa questo saluto qui

Se non li conoscete è norma elementare
Guardare la maniera con cui sanno marciare
Le ginocchia non piegate vanno al passo tutti quanti
Chi sta dietro dà pedate nel sedere a chi sta avantij
Chi le piglia senza darle è chi marcia in prima fila
Chi le dà senza pigliarle siano in dieci o in diecimila
È chi un po’ meno babbeo sta alla coda del corteo
Ora li riconoscete senza dubbio a prima vista
Solamente chi è fascista marcia in questo modo qui

Se non li conoscete guardategli un po’ addosso
L’organica allergia che c’hanno per il rosso
Non gli riesce di vedere senza scatti di furore
Fazzoletti o bandiere che sian di questo colore
Forse tu li paragoni a dei tori alle corride
Ma son privi di coglioni e il confronto non coincide
Si è saputo da un’inchiesta che li tengon nella testa
Ora li riconoscete come se li aveste visti
Solamente dei fascisti sembran tori ma son buoi

Se non li conoscete guardate quanto vale
Quel loro movimento che chiamano sociale
Movimento di milioni ma milioni di denari
Dalle tasche dei padroni alle tasche dei sicari
Già eran chiare ad Arcinazzo le sue vere attribuzioni
Movimento ma del cazzo come le masturbazioni
Fatte a tecnica manuale con la destra nazionale
Li riconoscete adesso che sapete chi li acquista
Solamente chi è fascista sa far bene da lacchè

Se non li conoscete guardate il capobanda
È un boia o un assassino colui che li comanda
Sull’orbace s’è indossato la camicia e la cravatta
Perché resti mascherato tutto il sangue che lo imbratta
Ha comprato un tricolore e ogni volta lo sbandiera
Che si sente un po’ l’odore della sua camicia nera
Punta a far l’uomo da bene fino a quando gli conviene
Ora lo riconoscete Almirante è sempre quello
Con il mitra e il manganello ben nascosti nel gilet

Se non li conoscete pensate alla lontana
Ai fatti di Milano e di Piazza Fontana
Una volta andavan solo con 2 bombe e in bocca un fiore
Mentre adesso col tritolo fan la fiamma tricolore
E ora rieccoli daccapo contro la democrazia
Con un dì con la Gestapo ora invece con la CIA
Concimati dalle feci di quei colonnelli greci
Ora li riconoscete stì fascisti sté carogne
Se ne tornino alle fogne con gli amici che han laggiù

Annunci

3 Risposte to “come riconoscere i provocatori alle manifestazione studentesche contro la riforma Gelmini”

  1. lezia said

    Eheh! E’ chiarissimo adesso come riconoscerli! 😛

  2. Boschi Patrizia said

    La canzone è veramente bella, ma io non credo che serva per distinguerli dargli altri, basta vedere quelli più servi e più ignoranti, li si riconosce subito, sono troppo stupidi per non riconoscerli tra la folla. E poi la canzone si è dimenticata di specificare che girano in branco, perchè senza non sono nessuno (questo non vuol dire che lo siano in mezzo ai loro movimenti “sociali”)

  3. maurizio carminati said

    si si infatti quando c’era lo zio benito a mandare avanti l’italia non c’era tutto sto schifo che c’è adesso…. dopo non lamentatevi se i marocchini cercano di venire a comandare nel nostro paese come quello che voleva togliere i crocefissi nelle scuole…. grazie a forza nuova non è successo se non c’era forza nuova che ci pensava a quest’ora i nostri figli a scuola non avrebbero un crocifisso e non studierebbero religione voi comunisti siete la ROVINA dell’italia……….non lamentatevi quando vostra figlia viene violentata da un negro sotto casa….e poi osano insultarci a dire che siamo razzisti…..come si fa a non esserlo con i tempi che corrono???

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: