Due di cuori

ho scritto t\’amo coi bit

La Sicilia…cambierà?

Posted by lezia su 22 gennaio 2008

La Sicilia è difficile.
Lacera persone e sentimenti e invade chi, per nascita o per scelta, si lega a lei.
La Sicilia è difficile.
La sua arretratezza sociale ed economica è una lunga distanza geografica e mentale che la spinge lontano dall’Europa.
La Sicilia è crudele.
Le atrocità della mafia sono un marchio d’orrore che tutti i siciliani si portano appresso come il numero impresso sulla carne degli ebrei dei lager.
Non si può cancellare.
La Sicilia è bellissima e dura col suo sole titanico e tirannico, la sua luce violenta, il suo mare che dipinge e colora l’aria e la rinfresca.
Bellissima e morbida nelle sue lente sere odorose, ridondanti di brezze lievi e vestiti leggeri e di chiacchere indolenti, di luci lungo le coste, di cibi sensuali.
La Sicilia è scomoda, ma viverla è possibile con orgoglio antico e altero.
C’è chi crede che questa terra possa crescere e diventare moderna, civile ed economicamente evoluta senza perdere però le sue suggestioni, il suo fascino, la sua cultura.
C’è chi lavora perché ciò accada.
Dedicata a loro. Ai siciliani che crescono…
(Leonardo Sciascia)

manifestazionedimissionicuffaro1.jpg

Ho voluto mettere queste splendide parole di Sciascia per ricordare a tutti i siciliani come me che veramente c’è chi combatte per cambiare questa terra, per migliorarla abbattendo tutti i muri di omertà e disonestà che da sempre l’hanno circondata.
Ed io ad avere un presidente della regione così non ci stò, non mi sembra dia un buon esempio per noi giovani che vogliamo vederla libera questa terra da ogni ingiustizia, da ogni violenza, da ogni cattiveria, da ogni disonestà.
Non ci stò!
Ecco qui a fianco una foto della manifestazione avutasi qualche giorno fa nel centro di Palermo per le dimissioni di Cuffaro..e quindi per la fine di questo cuffaresino…

LeziaRevolution

Annunci

3 Risposte to “La Sicilia…cambierà?”

  1. devilmanga said

    io e il mio amolino abbiamo aspettato la sentenza di cuffaro insieme.. e siamo rimasti sconcertati e delusi dalla sua gioia per aver preso 5 anni di carcere

  2. erika said

    Ad esser sincera, il mio sconcerto e “sconforto”, era iniziato quando ho sentito delle veglie di preghiera organizzate. Delle inquadrature a Totò con l’immagine della Madonna “vedo non vedo” sul fondo.
    Cambiare credo sia una parola “grossa” e impegnativa per la Sicilia. Per il carattere dei siciliani, indolenti e con un piglio arrogante e prepotente. Quasi parte esenziale del dna. Per le radici e le storie che si portano dentro.
    Però non penso sia impossibile. Credo sia un processo lento e fatto di lotte continue.
    Se prima i morti di mafia erano un monito per mettere a tacere animi e coscienze con sangue e paura, nel giro di anni, hanno sortito proprio l’effetto contrario. Sono diventati parte di tutti noi. Esempio e orgoglio dei siciliani onesti che rifiutano di piegarsi e vendersi. Ed è proprio grazie a loro che abbiamo imparato ad urlare quei no che prima rimanevano dentro.
    I siciliani onesti esistono e sono molti. E sono fieri di non doversene vergognare. Di camminare a testa alta.
    Spesso abbiamo aspettato la manna dal cielo. Ma la cultura della legalità parte da noi. Da tutti quei giovani che manifestano nelle piazze e hanno imparato a dire No. Da chi lavora in silenzio senza aspettarsi glorie e riconoscimenti. Da chi diffonde i principi per cui quegli uomini sono stati uccisi.
    Quelli che il mondo non osserva, preferendo etichettarci con vecchi e squallidi stereotipi. Perchè l’onestà ormai non fa più notizia.
    Non mi vergogno di essere siciliana. Nonostante esistano personaggi che non siano un vanto, e che farebbero meglio a vestirsi di dignità e uscire di scena. Ci hanno disgustato.
    Sig. Cuffaro, se ne torni a casa. A seguire il suo percorso di reinserimento nella società. Spesso negato a coloro che rubano per ovvie necessità. Etichettati ed emarginati a vita. A lei non accadrà ovviamente….I siciliani non hanno più bisogno di lei. E ad esser sinceri, non è che la sua presenza sia mai stata necessaria.

    Un abbraccio.

  3. Pia said

    Wow…Non sono mai stata in sicilia ma ho conosciuto molti siciliani in America durante la mia infanzia e adolescenza. Mi hanno sempre colpita per l’onesta e per il sincero piacere dell’amicizia e il grande senso di ospitalità. A me piace custodire quest’immagine perchè credo sia veritiera.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: