Due di cuori

ho scritto t\’amo coi bit

Storia di una patente: la mia!

Posted by lezia su 13 luglio 2007

Oggi sono stata spremuta come un limone…quando si è a casa non si ha via di scampo…pulizie generali…perfette!
Ed ecco che così, mentre sistemavo i cassetti della mia scrivania (che più sistemo più si “disordinano”…) ho trovato il mio foglio rosa scaduto il 26/08/2004 (forse avrei anche dovuto riconsegnarlo…chissà).
Averlo tra le mani mi ha fatto rivevere momenti passati per me molto importanti:

la Val D’aosta, il lavoro che facevo lì e i paesaggi che ammiravo dalla finestra della mia stanza.
la scuola guida che frequentavo che per raggiungerla dovevo prendere un bus e un treno, impiegando circa un’oretta e mezza, quando c’erano le coincidenze…;
lo studio interminabile dei cartelli stradali e di tutta la teoria;

road_sign01italy.gif

-la paura dei test e la corsa di una fredda mattina d’aprile (innevata) per raggiungere la sede d’esami;
-la delusione della bocciatura con 5 errori (scemissimi).
-la voglia di ricominciare a studiare sul serio per un due mesi di fila…instancabilmente;
-test a non finire;
-la paura di farsi prendere nuovamente dal panico;
-la promozione con 0 errori (se non passavo neanche quella volta, dovevo ricominciare da capo…e ripagare…e vi assicuro che in Val D’aosta prender la patente non costa poco, qui in Sicilia sicuramente si risparmia)!
Un mese dopo gli esami scritti e dopo aver fatto moltissime guide (io non sapevo neanche accendere una macchina) ho fatto gli esami di guida che felicemente ho passato.
Era il 3 Agosto del 2004, 23 giorni prima della scadenza del mio foglio rosa…(se non superavo la pratica sarei caduta in depressione solo per il fatto che avrei dovuto ripagar tutto, comprese le guide ovviamente)!
E come mi diceva il mio istruttore di guida: chi sa guidare qui in Val D’Aosta saprà guidare ovunque!
E non ha per niente torto…anche se per Palermo c’è un’eccezion: sappiamo benissimo che non è facile  guidare perchè nessuno rispetta il codice stradale e di questo argomento ve ne ha già anche parlato il mio amole qui).

LeziaPatentata

Annunci

2 Risposte to “Storia di una patente: la mia!”

  1. devilmanga said

    mah.. anche il mio istruttore lo diceva: chi sa guidare a palermo, sopravvive ovunque.

  2. lezia said

    Beh il tuo lo diceva per il fatto che ci vogliono molti più riflessi accesi rispetto agli altri posti…
    A me lo diceva per le strade, la segnaletica sempre da rispettare…diciamo per il motivo opposto! 😛

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: