Due di cuori

ho scritto t\’amo coi bit

La grolla dell’amicizia

Posted by lezia su 14 ottobre 2006

grolla.jpgDa ricordare la tradizione tipicamente valligiana della ‘grolla’, uno speciale recipiente di legno scolpito, munito di beccucci che funge da bottiglia o da bicchiere. Oltre che per il vino viene usato a fine pasto per una miscela bollente di caffè, grappa, vino rosso, buccia di limone e spezie. Ai beccucci della grolla si beve tutti insieme, nel rispetto della tradizione valdostana secondo la quale
“si beve tutti insieme … chi beve solo si strozza’. 

Il caffé alla valdostana…come si prepara? 

Per quattro persone si preparino altrettante tazzine di caffè lungo bollente, due bicchierini di grappa, una scorza di limone e quattro cucchiai di zucchero. A questo va aggiunto un bicchierino di Genepy (il tradizionale liquore valdostano) o in mancanza di questo un bicchiere di vino rosso. 
Un’antichissima leggenda vuole che la grolla provenga nientemeno che dal mitico Santo Graal, ma questo è ovviamente impossibile da appurare.
La preparazione della nostra bevanda corroborante è semplice. Il caffè va mescolato con gli aromi e i liquori e versato bollente nella grolla e avvicinate a ognuna un fiammifero acceso: si sprigionerà una fiamma azzurrognola. Spegnetela e sorseggiate avendo cura di non ustionarvi la lingua.
In mancanza della grolla versate gli stessi ingredienti in un paiolino, mettetelo su un fornelletto acceso al centro della tavola e iniziate a rimescolare con un mestolino. Quando il tutto sarà bollente, infiammate, riempite il mestolino di liquido che lascerete cadere nel paiolino dall’alto, così che il liquido stesso, scendendo, sarà avvolto dalle fiamme. Servite in tazze calde con l’orlo zuccherato.

Vi svelo un segreto:
la mia prima sbronza é stata proprio col caffé valdostano..l’unica cosa che mi ricordo é che la notte é stato un continuo via vai col bagno e che mi sentivo la testa quanto un pallone!!!
La mattina dopo mi hanno raccontato che ridevo come una pazza e che parlavo con le molliche! mha!!!

LeziaValdostana
 

Annunci

4 Risposte to “La grolla dell’amicizia”

  1. devilmanga said

    ahahahahha
    Chissà se almeno con le molliche facevi discorsi interessanti!

  2. lezia said

    prrrrrrrrrrrrrr!!! :PPPPPPPPP

  3. balthazaar said

    Apprezzo l’articolo. Bella anche la socialità del gesto.
    Evviva Bacco! Evviva voi!

  4. ricordo solo di aver molto socializzato con la grolla in ogni bar di un piccolo paese della val d aosta ma all etilometro sono risultato negativo di poco. forse era troppo…….LUNGA…..

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: