Due di cuori

ho scritto t\’amo coi bit

Vent’anni di Dylan Dog, la parola a Groucho

Posted by devilmanga su 3 ottobre 2006

PREFAZIONE: Articolo scritto immaginando che l’autore fosse Groucho di Dylan Dog, immaginando che lui sapesse potesse scrivere.

Salve, gente! Bella giornata, eh? Intendo quella del 2 Agosto ’83. Questa fa schifo.
Ho chiesto io di scrivere questo articolo: “potrei scriverlo io, so tacere in ben 15 lingue, compreso lo swahili”.
E mi hanno preso subito alla lettera, sempre meglio dell’ultima volta che mi hanno preso alla gola.
Inizialmente erano un pò perplessi, sarebbe stato meglio l’editore ma io li convinsi dicendogli: “Dove abita lo strappo alla regola? In via del tutto eccezionale!”
Vent’anni sono brevi come la pipì di una farfalla.
La vita è così complicata che nessuno ne esce vivo anche se io l’ho sempre presa con filosofia, sono l’unica persona che appena nata, anzichè piangere, rideva.
Molti credono che il mio compito accanto a Dylan sia solo quello del maggiordomo del tipo “Thè per due? Non ho la calcolatrice, quanto fa?” o “Capo se vuoi farti due spaghetti, ti ho lasciato l’acqua calda in frigo”.
amici1.jpgHo anche il gravoso compito di lanciare la pistola a Dylan nel momento del bisogno.
E non pensiate che sia facile come nominare un generale imbecille. Quello basta sceglierlo tra i colonnelli.
A volte mi è capitato di dimenticarmi le pallottole ma è una delle mie possibili soluzioni al problema della violenza.
Il fatto è che io odio la violenza, preferisco il dialogo e.. lascio sempre la parola alle armi.
Dovrei impegnarmi di più nello scrivere questo articolo, in passato mi sono impegnato eccome e mi impegnerei ancora se mi fosse rimasto qualcosa da portare al monte di pietà.
Potrei parlarvi del rapporto che io e Dylan abbiamo con le donne: io apro loro la porta e Dylan ha il rapporto.
Il mio problema è che io delle donne apprezzo sopratutto l’intelligenza e ne ho conosciute alcune che l’avevano addirittura doppia.
E poi io credo che il matrimonio sia la causa principale di divorzio.
Tante idee mi si accavallano in testa e il peggio è che quando c’è uno scontro di fantasie nessuna assicurazione è disposta a pagare i danni.
Il problema è che questo è il primo articolo che scrivo e non vorrei commettere qualche errore anche se “tutti possono sbagliare” come disse il riccio scendendo dalla spazzola.
Non so dirvi cosa succedera in futuro.. anche se m’interessa molto il futuro perchè è lì che passerò il resto della mia vita.
Concludo che ho un leggero mal di pancia, ma il mio medico mi ha detto di non preoccuparmi anche se sulla diagnosi sarà più preciso solo dopo l’autopsia.

MarkGroucho

Annunci

Una Risposta to “Vent’anni di Dylan Dog, la parola a Groucho”

  1. lezia said

    che originalità! grande!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: